Retour Accueil
FR - EN - IT

Storia della professione

Con la legge n° 406 del 12 gennaio 1945, il Principato di Monaco ha regolamentato la professione del perito contabile, definito le sue mission e riservato il suo esercizio a professionisti debitamente autorizzati.

La legge n° 1.231 del 12 luglio 2000 ha consentito la creazione di società anonime monegasche di periti contabili.

L'Albero è composto da 28 membri, suddivisi in 8 società e 13 studi individuali.
Tutti gli studi internazionali di revisione dei conti sono rappresentati da corrispondenti.

Oltre alle attività tradizionali di Perito contabile e di Revisore dei conti, riconosciute dalla legge e dalla normativa professionale, quattro membri dell'Albero assumono anche funzioni di Curatore Liquidatore Giudiziario e Perito contabile presso i Tribunali.

Osservatori delle realtà della vita economica, i periti contabili sono al tempo stesso attori della vita sociale e del Principato di Monaco. Per la diversità delle loro mansioni, vengono regolarmente associati dalle autorità governative ai vari progetti di testi normativi e legislativi nonché agli organismi istituzionali di controllo.

Guidato dalla vocazione internazionale di Monaco, l'Albero dei Periti contabili appartiene ai seguenti organismi internazionali:
La Federazione dei Periti contabili europei (FEE, Fédération des Experts-Comptables Européens),
La Federazione Internazionale dei Periti contabili francofoni (FIDEF, Féderation Internationale des Experts-Comptables Francophones),
L'Arco Mediterraneo dei revisori contabili (AMA, L'Arc Méditerranéen des Auditeurs).

Grazie alla sua pluralità, dunque, il Perito contabile è il partner privilegiato dell'azienda.

    Accueil > Storia della professione